TCS New York Marathon

L’Atletica Mottense alla più famosa maratona del mondo.

42.195 metri. E’ questa la distanza ufficiale di una maratona, la Regina delle corse su strada che è anche disciplina Olimpica. Negli ultimi anni, sempre più persone hanno intrapreso la pratica dello sport della corsa come attività fisica principale e moltissimi si cimentano nelle varie corse organizzate, sia a scopo ludico che a scopo competitivo, arrivando spesso alla partecipazione di un’intera maratona. 
Visto il crescente interesse, ormai le maratone vengono organizzate in tutto il periodo dell’anno in moltissime città facendo gravitare migliaia di persone all’evento e generando quindi anche un indotto da turismo sportivo. Vista la situazione attuale generata dalla pandemia del Coronavirus sembra quasi surreale l’immagine sopra descritta ma siamo anche fiduciosi che presto tutto tornerà alla normalità.

Se si prova a chiedere ad un podista amatoriale od anche professionista qual’è la maratona più bella e più conosciuta al mondo spesso la risposta sarà sempre la stessa: la Maratona di New York. 
Nata nel 1970 da un’idea degli allora presidenti della New York Road Runners Vincent Chiappetta e Fred Lebow, alla prima edizione vi parteciparono solo 127 corridori che effettuarono 4 giri e mezzo del perimetro esterno del Central Park. 

Oggi il percorso prevede la partenza da Staten Island, al di là del Ponte di Verrazzano, e dopo aver percorso i 5 Bouroghs della Grande Mela attraverso un tragitto che ti fa entrare anche nella New York più comune, dove i newyorkesi risiedono e lavorano, dove le famiglie amano passare le loro ore libere, dove puoi apprezzare la bellezza di Manhattan anche da un altro punto di vista, si arriva tra ali di folla incitante al  mitico traguardo del Central Park.

Nel tempo la manifestazione ha visto crescere in maniera esponenziale il numero di partecipanti e l’importanza a livello mondiale tanto che nell’ edizione del 2019 gli atleti “finishers”, cioè coloro i quali sono riusciti nell’impresa di tagliare il traguardo, sono stati ben 53.640 provenienti da ben 141 paesi diversi, stabilendo un nuovo record di presenze. 
Tra questi finishers, 6 erano dell’Atletica Mottense, partiti con famiglie ed amici per riuscire nell’impresa di farsi premiare con la medaglia di partecipazione alla più famosa maratona al mondo! 
Abbiamo voluto chiedere loro le sensazioni che hanno provato. 

New York Marathon: emozioni indescrivibili!

I nostri atleti al village

“Siamo partiti in 27 persone tra famiglie con figli, parenti ed amici. Di questi in 6 di noi, tutti iscritti all’Atletica Mottense, eravamo iscritti alla Maratona di New York del 3 Novembre 2019. Ci eravamo organizzati tempo prima e quella che era partita come una semplice “boutade” fatta ad una cena tra amici, si è presto trasformata in un’organizzazione di un cospicuo gruppo di persone, tutte volenterose di poter visitare New York e di starci vicino durante la nostra Maratona.” Questo in sintesi quanto ci raccontano i partecipanti alla Maratona di New York che erano nella fattispecie: Mario Zoia, Davide Zoia, Marianna Guardafigo, Edi Zoia, Cecilia Bergamo e Paolo Robazza. Ognuno di loro con un bagaglio di esperienze diverse sulla lunga distanza e con obiettivi diversi per New York, ma tutti consapevoli che la Maratona non si può prendere sotto gamba e che anche il solo arrivare, senza per forza misurarsi con il cronometro, sia già un ottimo traguardo.

Nel prossimo post l’impressione dei nostri…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...